PATOLOGIE DI INTERESSE CHIRURGICO

Laparoceli


I laparoceli rappresentano le piu’ comuni complicazioni post operatorie della chirurgia generale con un’incidenza che puo’ arrivare anche al 20%. Per questa ragione il trattamento di tale patologia e’ diventato materia di importanza socioeconomica notevole.
L‘alta incidenza di recidive dopo chirurgia con sutura convenzionale (25-50%) ha prontamente cambiato le strategie del trattamento durante questi ultimi anni. Con l’introduzione dei materiali protesici si e’ osservato una riduzione importante del tasso di recidiva dei laparoceli. Il posizionamente delle protesi retromuscolari si e’ dimostrato essere il fattore cruciale per la riduzione delle recidive.

laparoceli

I trattamenti convenzionali pero’ sono gravati da un tasso di complicanze legato al trauma da dissezione responsabile di infezioni post operatorie e di complicanze di parete.
Nel trattamento laparoscopico , non essendoci necessita’ di dissezione del piano muscolare da quello peritoneale , si evidenzia un ridotto trauma chirurgico con conseguente ridotta incidenza di infezioni di parete. Per queste ragioni la tecnica laparoscopica ha avuto una diffusione sempre piu’ ampia . Questo contributo mira a fare il punto sulla tecnica laparoscopica del trattamento dei laparoceli e delle ernie ombelicali in laparoscopia come elemento importante nella cultura del chirurgo.

 

Etiologia e Patogenesi


Lo sviluppo di un laparocele deriva da una causalita’ multifattoriale.
Alla base di tutto il processo etiopatogenetico possiamo identificare un disequilibrio tra la presione intraddominale e la forza sviluppata dal complesso miofasciale indotta dalla cicatrice chirurgica o da una soluzione di continuo nei tessuti.
Solo il 25% dei laparoceli si sviluppa nel primo anno post operatorio.
Altre cause sono legate alla tecnica chirurgica utilizzata e ad fattori biologici legati alla cicatrizzazione.
I fattori tecnici che possono influenzare la formazione dei laparoceli sono:

• La tecnica di sutura
• I tipi di materiali
• Il tipo di incisione.

I fattori biologici possono essere identificati in:

  • Età
  • Agenti esogeni ( fumo, farmaci, steroidi…)
  • Disordini del collageno
  • Infezioni post operatorie
  • Patologie associate che possono interferire con la cicatrizzazione:
    • Obesita'
    • Anemia
    • Diabete
    • Patologie oncologiche
    • Patologie renali
    • Malnutrizione

Ricordiamo che la suture riassorbibili perdono la loro stabilita’ in 4-8 settimane e quindi e’ molto importante il grado di stabilita’ conseguente alla formazione cicatrice al quale impiega probabilmente fino ad 1 o 2 anni prima di completare il proprio processo di consolidamento.
Un altro fattore importante e’ il grado di tensione impressa alla sutura ed il possibile sviluppo di necrosi tissutale che sarebbe uno dei fattori favorizzanti le infezioni di parete.

Le incisioni mediane sono associate al piu’ alto rischio di laparoceli a causa della piu’ alta forza tensile e delle forze presso rie che si sviluppano soprattutto nella zona sovraombelicale. Le laparotomie mediane in urgenza sono anch’ese esposte a maggior rischio di laparoceli.

La sutura continua e’ preferibile a quella a punti staccati per la migliore redistribuzione delle forze.